IL MIO NUOVO BLOG


IL MIO NUOVO BLOG :

MYSTERIUM WORLD
http://mysteriumworld.blogspot.it/

MYSTERIUM IMMAGINE

MYSTERIUM IMMAGINE
Benvenuti nel mio blog - MYSTERIUM

X FILES

X FILES

https://www.facebook.com/mysteriumpage CLICCA "MI PIACE" nella pagina. Dimostrerai l'interesse per

My FACEBOOK page of Art, History and Mysteries. Click LIKE on the page!
https://www.facebook.com/mysteriumpage

I want to believe

I want to believe

a

a
a

KEEP CALM AND FUCK THE ILLUMINATI

KEEP CALM AND FUCK THE ILLUMINATI

a

a

Anonimous

Anonimous
ANONIMOUS

c

c

Translate

venerdì 25 settembre 2009

Angeli o Alieni? - 1

Gli Angeli potrebbero essere Alieni? Secondo Padre Edward Muldoon si!
Riti e rituali.

Archiviato da mstatus in: religione, catechismo, extraterrestri, catarismo

Abacuc e l'AngeloNegli ultimi post abbiamo parlato di culti, religioni e credi, che basano la loro fede, anche se talvolta "atea", sugli extraterresti, sull'ascensione ad un diverso livello di esistenza, o altri concetti di natura diversa. Insomma Credi di vario tipo, "tradizionali" come la religione cattolica, o meno, ma tutti con "pari dignità". Infatti sulla base dell'articolo 8 della Costituzione Italiana, tutte le religioni, o credi sono libere, o meglio poste sullo "stesso piano", sorvolo sull'art. 7. Esistono diversi concetti per definire gli angeli, riporto i principali. Secondo il Catechismo della Chiesa di Roma, gli angeli sono esseri spirituali ed incorporei (non materia), e sono, la cosa più importante, verità di fede. Sono creature puramente spirituali dotate di intelligenza e volontà e sono immortali. Riporto dal Catechismo della Chiesa Cattolica: "328 L'esistenza degli esseri spirituali, incorporei, che la Sacra Scrittura chiama abitualmente angeli, è una verità di fede. La testimonianza della Scrittura è tanto chiara quanto l'unanimità della Tradizione.329 Sant'Agostino dice a loro riguardo: «"Angelus" officii nomen est, [...] non naturae. Quaeris nomen huius naturae, spiritus est; quaeris officium, angelus est: ex eo quod est, spiritus est, ex eo quod agit, angelus – La parola "angelo" designa l'ufficio, non la natura. Se si chiede il nome di questa natura, si risponde che è spirito; se si chiede l'ufficio, si risponde che è angelo: è spirito per quello che è, mentre per quello che compie è angelo».

In tutto il loro essere, gli angeli sono servitori e messaggeri di Dio. Per il fatto che «vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli» (Mt 18,10), essi sono «potenti esecutori dei suoi comandi, pronti alla voce della sua parola» (Sal 103,20). 330
In quanto creature puramente spirituali, essi hanno intelligenza e volontà: sono creature personali e immortali. Superano in perfezione tutte le creature visibili. Lo testimonia il fulgore della loro gloria".

guardia_horusL'astrofisica Margherita Hack, in una intervista relativa sull'esistenza degli extraterrestri, ripresa da uno sbalordito e meravigliato Socci, dice: “Che ci sia la vita è indubbio, anche intelligente. Il problema, viste le distanze, è riuscire a entrare in contatto”. Ci troviamo di fronte a due ipotesi, una per verità di fede indica che esistono gli angeli e che gli stessi interagiscano anche qua in terra, e una non per verità di scienza, ma certezza matematica (indubbio), che esistano esseri extraterrestri intelligenti, con i quali però, il problema è rappresentato dalla difficoltà ad entrare in contatto (Hack), e per cui è improbabile, ma non impossibile, che sulla terra ci siano giunti in un qualche modo. Vi sono alcuni, come ad esempio il movimento raeliano, che credono per fede, anche se per così dire atea, che degli extraterrestri (Elohim), dotati di tecnologia superiore giunti sulla terra avrebbero
creato la vita utilizzando l'ingegneria genetica. Che cosa c'era prima di Genesi 1.1? Il nulla precedente era il nulla, e qualcuno ha creato tutto dal nulla, oppure c'era già tutto, e qualcuno, per così dire, ha infuso l'anima spirituale a qualcosa che c'era già, ma che non ce l'aveva (l'anima)? Ricordo che Giovanni Paolo II nel 1996 alla Pontificia Accademia delle Scienze disse: "nuove conoscenze conducono a non considerare più la teoria dell’evoluzione una mera ipotesi [..] se il corpo umano ha la sua origine nella materia viva che esisteva prima di esso, l’anima spirituale è immediatamente creata da Dio". (Fonte: Alleanza Cattolica)

I Testimoni di Geova, dal loro sito ufficiale risolvono la questione angeli dicono: "Secondo la Bibbia sono spiriti, proprio come Dio è uno Spirito. (Salmo 104:4; Giovanni 4:24) La grande famiglia angelica è composta da milioni di angeli. (Rivelazione [Apocalisse] 5:11) Tutti loro sono “potenti in forza”. (Salmo 103:20) Nessun angelo ha iniziato la propria esistenza come essere umano, benché ognuno di loro abbia la propria personalità e sia dotato di libero arbitrio come gli uomini. Dio creò gli angeli molto prima degli uomini, prima ancora di creare la terra. Quando Dio ‘fondò la terra’, dice la Bibbia, “le stelle del mattino [gli angeli] gridarono gioiosamente insieme, e tutti i figli di Dio emettevano urla di applauso”. (Giobbe 38:4, 7) Poiché sono stati creati da Dio, gli angeli vengono chiamati figli di Dio".

L'amico Fankey il fedele capo della Torre ti Guarda, in un commento dice: "Alcune ricerche antropologiche hanno dimostrato come in alcune tribù africane sopravviva la credenza nei "Loah", spiriti ancestrali che sono paragonabili ai nostri angeli custodi, che permettono la comunicazione con il reame spirituale. Le religioni monoteiste odierne,con annesse tradizioni popolari, non fanno che reiterare una superstizione che affonda le sue radici nella notte dei tempi. Tanto per cambiare, verrebbe da dire". Chi sono i Loah per esempio? Se per caso qualcuno che segue lo sciamanesimo passa da queste pagine e legge, lasci pure il suo contributo, se ne sa qualcosa di più.

L'amico Cataro Antares del Volto Oscuro della Storia dice:
"Anche per la religione dei Buoni Uomini gli Angeli sono esseri di puro spirito, senza alcun corpo fisico. Già nello Gnosticismo essi sono intesi come pure emanazioni divine, completamente prive di compromissioni con la materia plasmata dal Demiurgo Jaldabaoth. Quegli Gnostici che ritenevano Cristo umano non lo ritenevano per questo un essere in carne ed ossa, ma un archetipo dell'Uomo Pneumatico creato nei cieli senza corpo fisico. Adamas era il nome primordiale di questo essere. Il Catarismo continua questa tradizione di spiritualità, anche se molti dettagli iniziatici sono andati perduti ed esistevano di certo dottrine divergenti. In ogni caso, anche Cristo partecipa della natura angelica, incapace di contatti reali con l'universo maligno. Nonostante tutti i tentativi fatti per affermare l'idea di un Gesù in carne ed ossa, l'idea centrale rimane il Docetismo e l'affermazione dell'incorporeità degli Angeli.

Per quanto riguarda gli alieni non umani, essi sono opera del Creatore Malvagio, cui appartengono anima e corpo. Dalle evidenze che abbiamo, risulta chiara la natura ostile di tutti gli extraterrestri con cui la nostra umanità ha avuto contatti. Rapimenti, operazioni di ingegneria genetica, produzione di ibridi e di aborti, impianti cerebrali, mutilazioni animali, tutto ciò non solo non depone a favore della natura buona di questi esseri, ma neppure della bontà del Creatore che li ha generati. In altre parole, chiunque veda le opere delle genti siderali non potrà che convincersi che il Dualismo è l'unica possibilità filosofica ad avvicinarsi alla realtà delle cose.

Penso che l'umanità non sia il prodotto dell'evoluzione autogena di forme di vita di questo pianeta, come credono invece i materialisti. Già gli antichi Maestri ritenevano che il mondo di origine dell'Uomo non fosse la Terra, ma un supramondo arcano. Il Perfetto Giovanni di Lugio arrivò a elaborare una teologia molto complessa, che la Chiesa di Roma ha liquidato come "aberrante". Secondo questa architettura filosofica, il mondo materiale è l'Inferno in cui Cristo è disceso dopo la morte simulata avvenuta nel mondo superiore. Di certo il problema della pluralità dei mondi era già sentito nel XIII secolo. Stando così le cose, è ben possibile che l'umanità si sia diffusa su vari mondi tramite una Diaspora cosmica. Da quanto però risulta, questo sembrerebbe essere un avamposto isolato e destinato a soccombere". Saluti Antares.

Sul Cesnur, Massimo Introvigne, pur riferendosi alle apparazioni mariane, in un articolo dal titolo Fatima nella nuova religiosità e nel "cattolicesimo di frangia"
dice: "In un’intervista apparsa l’11 ottobre 2001 su L’Espresso mi sono state chieste alcune valutazioni su tre categorie di persone che, all’indomani dei tragici avvenimenti dell’11 settembre 2001, hanno subito affermato di averli in qualche modo previsti: gli appassionati di Nostradamus (Michel de Nostredame, 1503-1566), i maniaci delle speculazioni numerologiche, e coloro che si ritengono detentori di testi o d’interpretazioni autentiche - alternative a quella pubblicata dalla Santa Sede - della terza parte del segreto di Fatima [1]. Evidentemente, per i cattolici è sorprendente - e anche sgradevole - che una devozione presa sul serio - per dire il meno -e raccomandata da tutti i Pontefici che ne hanno avuto conoscenza - e particolarmente da Papa Giovanni Paolo II - si trovi associata a così dubbie compagnie. Il compito dello studioso non è però quello di stupirsi o d’indignarsi; è piuttosto quello di chiedersi perché".

Per Verità di Fede si crede agli Angeli ed ai compiti loro affidati. Dal dizionario filosofico Fede: "Dal latino fidem. La fede è l'atto del credere. Nella religione la fede è posta a fondamento della dottrina e degli atti dei fedeli, per cui se non vi è fiducia nell'oggetto di fede, non vi può essere nemmeno adesione alla religione. Credere significa avere fiducia, nella religione cattolica questa fiducia è riposta nella verità annunciata da Dio agli uomini. Per queste caratteristiche la fede si pone sostanzialmente in contrapposizione alla ragione, per la quale la verità, invece di essere creduta e quindi 'nascosta' al fedele ('ti devi fidare, devi credere che sia così'), si mostra invece per la sua evidenza (aletheia, 'non nascosta')".

L'amico Vipom di Misteri e segreti dice: "L'argomento degli angeli e degli alieni credo sia una questione assai astrusa da trattare. Se si volesse far passare l'idea degli angeli quali messaggeri alieni credo andremmo incontro a qualche incongruenza. Gli alieni sono alieni e gli angeli sono angeli. Fra le due categorie mi sembra ci sia una qualche differenza insormontabile, anche se ovviamente hanno in comune delle caratteristiche ovvie: come ci sono angeli buoni e cattivi (così ad esempio la pensava Sant’Agostino per quanto riguarda la questione angelologica), così, aggiungo io, potrebbero esserci alieni buoni e cattivi.

Certo non si può negare, almeno dando fiducia all'opinione di esperti ufologi, che gli alieni abbiano in passato e continuino nel presente a svolgere compiti che poi sono stati attribuiti ad angeli o a materializzazioni di essenze divine e di questo è piena la casistica in oggetto, non a caso viene ritenuto che molte apparizioni a sfondo religioso possano essere dovute a performance di entità extraterrestri....ma da qui a dire che si tratti di angeli nel senso stretto del termine ce ne corre.

Gli angeli sono stati visti da sempre come entità puramente spirituali che parlano nel profondo della coscienza di ognuno di noi, se uno ci crede non può assolutamente confonderli con gli alieni che è tutt'altro argomento e tuttavia non c’è dubbio che, se venisse acclarata, come pare inclinano a ritenere diversi esperti della materia, una certa influenza degli alieni anche di ordine telepatico al fine di manipolare in senso negativo o positivo il nostro intelletto, il problema si porrebbe sotto altra luce e quindi gli angeli e gli alieni si troverebbero su un piano quasi di parità per quanto attiene alle potenzialità di tali enti ed entità che ci sovrastano.

E’ ipotizzabile infatti che esseri alieni avanzatissimi spiritualmente e scientificamente possano aver raggiunto tali enormi e ineffabili prerogative da essere “ascesi” alla categoria angelica anche da un punto di vista strettamente ontologico. Le loro improvvise apparizioni e sparizioni nei nostri cieli potrebbero essere il sintomo che possa essere accaduto e accadere qualcosa di simile.

Da questo punto di vista ritengo bisognerebbe stare molto attenti a discernere le varie manifestazioni paranormali (siano esse angeliche o ufologiche), poiché non può esserci alcun dubbio che entrambe possano rivelarsi assai difficili da interpretare, appare chiaro infatti dalle mie analisi che noi uomini riceviamo influenze imponderabili da tutte le direzioni e compito fondamentale quindi dell’uomo è quello di respingere le interferenze negative per recepire solo quelle positive per il nostro avanzamento complessivo". Saluti Vipom.

In questo post sono stati analizzati vari aspetti della questione angeli, secondo le visioni di alcuni credi e religioni. Ho già scritto che anche io sono curioso di saperne almeno qualcosina di più, e soprattutto, anche se non so quale ne sia l'autorevolezza, ho trovato una dichiarazione di Padre Edward Muldoon in riferimento agli extraterrestri: Forse loro sono Angeli, ma ricordate che esistevano due gruppi di Angeli, quelli fedeli al Signore e quelli ribelli capeggiati da Lucifero”. D'altronde Mons. Balducci autorevole esponente della Chiesa di Roma, dice: "Non credere agli Ufo e alla presenza di altri esseri viventi è peccato. La loro esistenza non solo è provata da circa un milione di testimonianze, tra cui anche quelle di molti scienziati atei, ma è anche confermata da alcuni brani della Sacra Scrittura che in alcuni punti chiariscono la presenza di extraterrestri".

Una domanda, da ciò che dichiara Padre Edward Muldoon, di cui come ho precisato, mi riservo di verificare l'autorevolezza
, e per il momento prendo le sue dichiarazioni con le dovute cautele: gli Angeli potrebbero essere Alieni?

Se gli Angeli fossero Alieni, dalle scritture sappiamo che hanno interagito più volte con le cose terrene, per cui sulla terra ci sono capitati in un qualche modo, tanto è, che Mons. Balducci dice attenti perchè nelle Sacre Scritture vi sono riferimenti in tal senso, e chi crede alle Sacre Scritture non ne può dubitare, altrimenti si potrebbe correre il rischio di invalidarle tutte, aggiungo io. Tale ipotesi, però, si scontra con la scienza ed in particolare con Margherita Hack, che ricorda il problema delle distanze e di un eventuale contatto, che in un articolo per il CICAP dice: "UFO, che bello se esistessero!" (Bene incoraggiare l'ufologia, ma con cautela), che è perfettamente in linea con il suo pensiero, esistono gli extraterrestri, ma non sono venuti qua, perchè secondo le nostre conoscenze è assai difficile superare il problema delle distanze. Per quanto mi riguarda ripeto ciò che ho indicato sopra: improbabile, ma non impossibile! Dipende dalla tecnologia di cui si dispone.

Per esempio il Santo Padre Pio da Pietralcina (Domenico Forgione), riteneva che l'Angelo custode, svolga una funzione importante ed indispensabile, riporto un aneddoto "Un tizio disse a Padre Pio: - Io non posso venire sempre da voi. Il mio stipendio non mi permette spese per viaggi così lunghi - Padre Pio rispose: "E chi ti ha detto di venire qui? Non hai il tuo Angelo Custode? Gli dici cosa vuoi, lo mandi qua, ed avrai subito la risposta". (Fonte: Padre Pio: L'Angelo Custode). Diverse persone, di fede cattolica romana, credono negli Angeli, ed in particolare si affidano al proprio Angelo Custode, tanto è, che vi sono dei sito, molto ben documentati, dai quali si può saperne qualcosina di più: Angeli On Line e Gli Angeli fra noi.

In tutti i culti e religioni che ho citato, vi è una costante, un riferimento, già a partire dagli ancestrali "loah", a degli esseri che sintetizzo e definisco per comodità come "Angeli". Porremo l'attenzione su questi ultimi aspetti indicati da Mons. Balducci, ed altri, in un successivo articolo, altrimenti ci scrivete che siete costretti a leggere a rate! Parebbe che sotto il Vaticano sia stato ritrovato uno strano teschio, ma di ciò ne parleremo un'altra volta.

Quale considerazione finale condivido le parole di Massimo Introvigne: "Il compito dello studioso non è però quello di stupirsi o d’indignarsi; è piuttosto quello di chiedersi perché".

Saluti
Mstatus

Nessun commento: