IL MIO NUOVO BLOG


IL MIO NUOVO BLOG :

MYSTERIUM WORLD
http://mysteriumworld.blogspot.it/

MYSTERIUM IMMAGINE

MYSTERIUM IMMAGINE
Benvenuti nel mio blog - MYSTERIUM

X FILES

X FILES

https://www.facebook.com/mysteriumpage CLICCA "MI PIACE" nella pagina. Dimostrerai l'interesse per

My FACEBOOK page of Art, History and Mysteries. Click LIKE on the page!
https://www.facebook.com/mysteriumpage

I want to believe

I want to believe

a

a
a

KEEP CALM AND FUCK THE ILLUMINATI

KEEP CALM AND FUCK THE ILLUMINATI

a

a

Anonimous

Anonimous
ANONIMOUS

c

c

Translate

giovedì 28 ottobre 2010

Il sesto senso degli animali

Nel film PARANORMAL ACTIVITY 2, la presenza del demone viene subito percepita dal cane. Si riterrebbe infatti che gli animali abbiano come un sesto senso sia nel percepire drammatici eventi futuri (terremoti ecc.) sia in caso di presenze spiritiche non avvertibili dall'essere umano. Sono successi diversi casi in cui cani e gatti sono diventati inspiegabilmente nervosi guardando in una direzione dove, apparentemente, non sembrava esserci niente. Successivamente si è scoperto che in quell'abitazione qualcosa era accaduto (morte violenta o naturale di qualcuno). Lo stesso si può dire per gli incontri ravvicinati con gli alieni; prima dell'avvistamento gli animali si agitano.


TESTIMONIANZE :

Salve, qualche mese fa, mi trovavo sola in casa, i miei genitori erano partiti per le ferie. Premetto che circa 9 anni fa un mio compagno di scuola si è tolto la vita impiccandosi, da allora io pensando a lui avverto timore, paura. Quella sera mi trovavo sul divano con il mio cane, non so per quale strano motivo ho pensato al mio amico defunto, come sempre ho cercato di scacciare il pensiero per la paura. Improvvisamente il mio cane ha iniziato a ringhiare in maniera straordinaria, con lo sguardo rivolto verso la parete. Non c'era niente sulla parete e non si sono sentiti strani rumori che possano averlo agitato. L'associazione del pensiero del mio amico e lo strano comportamento del mio cane, mi hanno spaventata tantissimo, anche perché capita che io mi senta  proprio osservata da lui, me lo sento quasi addosso qualche volta, ma non è una sensazione piacevole, tutt'altro direi. Devo anche dire che non eravamo molto legati all'epoca del brutto avvenimento e quindi, ammesso che dopo la morte rimanga veramente qualcosa nella nostra dimensione del nostro essere, non credo che Lui possa manifestarsi a me. Probabilmente son solo coincidenze, ma dopo quello strano fatto, ne sono seguiti altri 3 molto simili, questa volta con la presenza anche di altre persone. Forse gli animali avvertono maggiormente delle presenze o addirittura le vedono, non so ma è stato inquietante e misterioso...
Sara
http://www.croponline.org/vostresperienze.htm#227.






scritto il
26/02/04 a 11:23




Il mio cane talvolta mi spaventa..si mette a fissare dei punti dove non c'è assolutamente nulla e poi sposta lo sguardo su di me. Diciamo che ho un cane davvero molto sveglio e intelligente e gia' i soi occhietti talvolta mi fanno un po' paura...davvero e' come se vedesse cose..."invisibili"! Inoltre capita talvlta che abbaia contro il nulla e ringhia..certe volte sembrava si volesse avventare contro di me ma poi notavo che guardava alle mie spalle. Ieri fissava un quadro che abbiamo in casa.. Ma e' vero che gli animali vedono cio' che noi non vediamo e quindi entità o simili?
http://forum.alfemminile.com/forum

critto il
26/02/04 a 13:28
da: VEVE1 
Io non lo so se vedano o meno entità ma ciò che è certo e lo vedo a volte nel mio gatto è che fissa il vuoto e a volte miagola ma non il solito miao come se parlasse.... è difficile da spiegare. Noi diciamo che vede gli angioletti. Lo faceva quando noi eravamo in un momento particolare, stavamo cercando di superare lo shok dello scoprire la sterilità di mio marito 
( periodaccio) e mi ha sempre dato l'impressione che qualcuno mi volesse far capire che c'era e che sarebbe andato tutto bene! Sempre in quel periodo mi sono sentita chiaramente accarezzare nel dormiveglia!
http://forum.alfemminile.com/forum

scritto il
26/02/04 a 11:35





Che bello il pastore belga!

A me piace tantissimo quello nero!!! Sai...è uno dei cani che piu' mi piace. Il mio e' un meticcio ma sembra un lupo siberiano e tutti se ne innamorano...e' davvero bello e molto molto intelligente! Io onestamente un'idea sul fatto che veda entita' un po' me la son fatta pero' e' anche vero che loro avvertono le persone negative! Non immagini come ringhia quando vede certa gente palesemente cattiva! Onestamente mi son fatta l'idea che vedano qualcosa. Una medium anni fa mi disse che gli animali vedono cio' che noi non vediamo,compreso entita'! Non so se hai mai sentito parlare Ivana Spagna la cantante...beh lei ha una gatta e vive in una casa molto vecchia.. Una sera la gatta ha iniziato a fare la matta poi lei si è voltata e sul divano ed ha visto una donna. che poi e' svanita. 
In seguito ha saputo che in quella casa ha vissuto una famosa scrittrice degli anni 20!!!! Incredibile...
http://forum.alfemminile.com/forum


...ed nell'antico Egitto il gatto veniva considerato una divinità : Bast.

Bast

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Statuetta di Bastet, museo del Louvre

Bastet o Bast o Bastit è una delle più importanti e venerate divinità dell'antica religione egizia, raffigurata o con sembianze femminili e testa di gatta o tout court come una gatta.
W1 t B1
b3st
talvolta anche
W1 t
t
B1
b3stt
Si tratta di una divinità dai tratti solari simboleggiante il calore benefico del sole, venerata per la sua potenza, la sua forza e la sua agilità.
Un epiteto tipico di Bastet era
nb
t
i K1
n
s V6
nbt ins Signora delle bende.

Centro del suo culto fu la città di Par Bastet (la Bubasti dei greci, attuale Zagazig, vicino al delta del Nilo), dove -secondo Erodoto- si svolgevano anche dei festeggiamento periodici in onore della dea, comprendenti processione di chiatte e riti orgiastici e dove è stata rinvenuta una necropoli di gatti sacri mummificati, con relativo tempio.

Il culto di Bastet

Alle origini, Bastet era una divinità del culto solare ma col tempo sempre più di quello lunare. Quando l'influenza greca si estese sulla società egiziana, Bastet divenne definitivamente solo una dea lunare, in quanto i Greci la identificarono con Artemide.
A partire dalla II Dinastia, Bastet venne raffigurata come un gatto selvatico del deserto oppure come una leonessa datao era confusa od assimilata a sua sorella la dea Sekhmet. Venne rappresentata come un felino domestico solo intorno al 1000 a.C.
Bastet era la "Figlia di Ra", quindi aveva lo stesso rango di altre dee quali Maat e Tefnut. In più, Bastet era uno degli "Occhi di Ra", nel senso che veniva mandata specificamente ad annientare i nemici dell'Egitto e dei suoi dei.
Da quando i Greci identificarono Bastet con Artemide, la dea fu detta "madre del dio dalla testa di leone Mihos" (anch'egli venerato a Bubasti, insieme a Thoth), e fu raffigurata comunemente o come donna con la testa di un gatta o come gatta vera e propria.

Il culto dei gatti 

Gli antichi egiziani chiamavano "myeu" il gatto; addomesticarono quelli che vivevano ai bordi del delta del Nilo, originariamente per debellare i topi che infestavano i granai.
Ma poi, col passare del tempo, non ci fu casa o tempio o edificio che non registrasse la presenza di almeno un gatto, tenuto peraltro con ogni cura. Quando uno di questi felini moriva, si dice che il padrone usasse radersi le sopracciglia in segno di lutto per l'animale e di rispetto nei confronti della Dea.
Il culto di Bastet raggiunse una diffusione tale che il gatto in Egitto era protetto dalla legge. Era vietato fargli del male o trasferirli al di fuori dei confini del regno dei faraoni. Chi violava tali disposizioni era passibile di pena di morte.
Nonostante le leggi egizie proibissero l'esportazione dei gatti, ritenuti animali sacri, i navigatori fenici li contrabbandarono fuori del paese, facendone oggetto di commercio insieme ad altre merci preziose.
Furono poi i Romani a portarli per primi nelle isole britanniche.

Le leggende 

Racconta una leggenda che Bastet, morsa da uno scorpione, fu guarita da Ra.
Gli Egiziani avevano un modo di dire: «non si accarezza la gatta Bastet prima di aver affrontato la leonessa Sekhmet». Bastet era infatti comunemente accoppiata a Sekhmet, la dea dalla testa di leone di Memphis, Wadjet ed Hathor.
Questo modo di dire affonda le sue radici nella leggenda di Ra che, infuriato, provocò una siccità (evento terribile per gli egiziani che vivevano delle piene del Nilo).
Quando si fu calmato, Ra mandò Thot a cercare Bastet in Nubia, dove la dea si nascondeva sotto forma di leonessa (Sekhmet). Discendendo il Nilo, Bast si era bagnata nel fiume in una città sacra a Iside, trasformandosi di nuovo in gatta ed era entrata trionfante a Per Bastet (città dei gatti), dove fu poi trovata da Thot (per molti secoli gli egiziani hanno ripercorso il suo viaggio in venerazione dei gatti).



PARANORMAL ACTIVITY 2 : IL CANE AVVERTE LA PRESENZA DEMONIACA. GLI ANIMALI POSSONO VEDERE O SENTIRE ANCHE LE ENTITA'?




Nessun commento: