IL MIO NUOVO BLOG


IL MIO NUOVO BLOG :

MYSTERIUM WORLD
http://mysteriumworld.blogspot.it/

MYSTERIUM IMMAGINE

MYSTERIUM IMMAGINE
Benvenuti nel mio blog - MYSTERIUM

X FILES

X FILES

https://www.facebook.com/mysteriumpage CLICCA "MI PIACE" nella pagina. Dimostrerai l'interesse per

My FACEBOOK page of Art, History and Mysteries. Click LIKE on the page!
https://www.facebook.com/mysteriumpage

I want to believe

I want to believe

a

a
a

KEEP CALM AND FUCK THE ILLUMINATI

KEEP CALM AND FUCK THE ILLUMINATI

a

a

Anonimous

Anonimous
ANONIMOUS

c

c

Translate

mercoledì 29 gennaio 2014

Film e mistero : I, Frankenstein


Mary Shelley scrisse il celebre romanzo FRANKESTEIN di pura fantasia ? Forse no...

MYSTERIUM 






 

 FONTE : http://leggiamo.altervista.org/classici_frankenstein.htm


FRANKENSTEIN di Mary Shelley Pubblicato nel 1818
Genere: horror/goti


* A cura di Silvia [12/09/2004]
 

Sicuramente un capolavoro della letteratura classica. Un romanzo gotico carico di significati che vede protagonista un uomo nell'intento di sfidare le leggi della vita e della morte. Molteplici i temi trattati, primo fra tutti quello del "diverso". Lo scienziato Victor Frankenstein, durante un folle esperimento, creerà un mostro, deforme sia fisicamente che psicologicamente, il quale subirà il rifiuto della gente a causa del suo aspetto. Nel momento stesso in cui capirà che gli sono preclusi l'amore e l'amicizia, deciderà di vendicarsi. E chi colpire, se non colui che gli ha donato questa esistenza infame e inutile? La Creatura (per tutto il libro non avrà un nome, altro diritto che gli viene negato, altro motivo di dolore e rabbia) si trasformerà in un assassino violento, crudele e spietato, ma dietro a tanto odio si nasconderà sempre il desiderio impossibile di essere amato da qualcuno.
Incredibile come Mary Shelley, a soli diciotto anni, abbia potuto scrivere un romanzo intramontabile e attuale come questo. Sembra che l'ispirazione le sia venuta nel 1816 durante un ritrovo sul lago di Ginevra con altri promettenti scrittori, tra cui Byron. Il successo fu immediato e forse anche inaspettato; il fatto che la Shelley fosse una donna era un punto decisamente a suo sfavore. Invece il pubblico apprezzò subito questo romanzo così innovativo per l'epoca, e già nel XIX secolo inizirono le prime rappresentazioni teatrali.
Oggi, a quasi due secoli di distanza, continua a essere fonte di ispirazione per film, fumetti, parodie, spettacoli, ed è sempre una delle opere più lette in tutto il mondo.
Una cosa è certa. Non può mancare dalla libreria di nessuno!



 
Ritratto di Mary Shelley (particolare) di Richard Rothwell (1840) esposto alla Royal Academy, accompagnato dai versi di dedica del poema La Rivolta dell'Islam di Percy Shelley in cui Mary viene definita "Child of love and light"



 

TRAMA DEL FILM :

Duecento anni dopo la sua creazione, la Creatura di Victor Frankenstein si trova al centro di una guerra combattuta ai margini del visibile tra gargoyle, difensori della razza umana, e demoni che cercano di rianimare una colonia di cadaveri al fine di possederne l'anima. Naberius, principe dei cattivi, vuole carpire il segreto di Adam - nome col quale la regina dei gargoyle ha ribattezzato la Creatura - per coronare il suo progetto di distruzione, ma non avrà gioco facile: l'inaspettata scoperta di uno scopo di vita e l'incontro con una bella elettrofisiologa, infatti, faranno nascere una nuova consapevolezza nel tragico quanto risoluto mostro.







FONTE : http://archiviostorico.corriere.it

Sarebbe stato un alchimista tedesco a "suggerire" a Mary Shelley la creazione di Frankenstein, uno dei personaggi piu' famosi della letteratura "neogotica". Lo "scienziato pazzo" che avrebbe fatto da modello alla scrittrice inglese sarebbe Konrad Dippel, vissuto tra il 1673 e il 1734. Lo sostiene Radu Florescu, docente di storia est europea al Boston College. In un saggio che sara' pubblicato ai primi di ottobre con il titolo In search of Frankenstein, Florescu si dice convinto che Mary Shelley venne a conoscenza delle storie e leggende attorno a Dippel durante un viaggio del 1814 in Germania, assieme al futuro marito, il poeta Percy Bysshe Shelley. Dalle note della scrittrice ad un successivo libro di viaggi (History of a six week' s tour), il professore americano ha scoperto che gli Shelley visitarono anche un castello vicino a Mannheim, noto come "Castello Frankenstein", dove Dippel era nato. "Al castello . ha indicato il professor Florescu . i visitatori venivano informati sulle storie riguardanti il misterioso Dippel". La scrittrice, morta nel 1851, disse che in lei il personaggio di Frankenstein aveva preso improvvisamente corpo nel 1816 in seguito a un incubo serale, mentre con Shelley e un altro famoso poeta . Lord Byron . soggiornava sul lago di Ginevra, ma a detta dell' esperto di storia europea si tratta di una finzione romantica: i "temi e pensieri" sullo scienziato che da' vita a un mostruoso umanoide artificiale sarebbero gia' stati inculcati in lei dal viaggio di due anni prima in Germania. Anche se adesso e' conosciuto soltanto dagli esperti, Konrad Dippel ebbe in vita una certa notorieta' per le sue oscure, talvolta macabre ricerche su come carpire il segreto dell' eternita' e produrre oro partendo da materiali vili. Persino Caterina II, zarina di tutte le Russie, lo invito' a corte per sapere di piu' dei suoi esperimenti che in apparenza comportavano anche il furto e la cottura di cadaveri.


Johann Konrad Dippel (Castello di Frankenstein, 1673Castello di Wittgestein, 1734) è stato un alchimista tedesco.
Pietista, osteggiò il cristianesimo in tutte le sue forme, soprattutto il luteranesimo, sostenendo invece la misticità spirituale. Fu inoltre chimico e scoprì l'olio di Dippel.

Nessun commento: